Primi piatti Salato

Canederli al formaggio

Oggi iniziamo con un piccolo proposito.
Si, va bene, il 2013 è iniziato già da un po’, ma stavolta non stiamo parlando di un obiettivo da raggiungere entro il 31 Dicembre. Stavolta parliamo di un proposito che se utilizzato bene potrebbe accompagnarci vittoriose anche negli anni successivi.
Si tratta di UN NUOVO PUNTO DI VISTA.
Change your perspective è il giveaway organizzato da Elle per il suo compli-blog.

Nel 2013 e negli anni a venire voglio tornare ad avere come punto di vista quello che avevo nel 2010 appena tornata dalla Cina e fresca di studi. Ricca di buoni propositi e di ottimismo, avevo assimilato la rilassatezza dl popolo asiatico nell’assecondare l’evolversi delle cose senza necessariamente cercare di impedirlo.
Affrontare sia i problemi che gli avvenimenti positivi con rilassatezza, senza elucubrazioni, senza paure ma soprattutto a cuore aperto. Mettersi sempre in gioco riconoscendo le infinite opportunità che la vita ci offre.

Buon 2013 a me allora!

Oggi vi propongo una ricetta Tirolese.
Ieri sera mi sono trovata sola a cena con il frigo semi vuoto e tanta voglia di qualcosa di buono.
Pane raffermo, un pezzetto di formaggio, un uovo e del burro.
Mi sono venuti in mente i canederli, e dove trovarli se non nella sezione delle ricette altoatesine pubblicate da Sabina?
I canederli di formaggio
Non avevo mai mangiato i canederli, ed ho capito solo ora cosa mi sono persa!
La ricetta è tutta sua, ho solamente ridimensionato le dosi e tolto cipolla ed erba cipollina!
Un bacio a Saby ed una grattatina ad Elsa, la sua cagnolona!

INGREDIENTI
per 2 persone

75g di pane raffermo
50g di formaggio, io ho usato parmigiano e pecorino toscano molto dolce
1 uovo piccolo
50ml di latte
1 cucchiaino di farina
burro
sale
pepe

Tagliare il pane a dadini e metterlo ad ammorbidire nel latte.
Tagliare il formaggio in cubetti molto piccoli, di circa 5mm.
Strizzare il pane in ammollo dal latte in eccesso.
Sbattere l’uovo in una ciotola capiente.
Unire il pane, il formaggio, la farina, il sale ed il pepe e mescolare bene prima con l’aiuto di una forchetta e poi con le mani.
Formare i canederli come delle polpette abbastanza grandi.
Portare ad ebollizione una pentola di abbondante acqua salata, immergervi i canederli e cuocerli 10 minuti.
Nel frattempo sciogliere il burro fuso in un pentolino.
Scolare delicatamente i canederli con un mestolo forato, disporli nei piatti e versarvi il burro.
Guarnire con una spolverata di parmigiano.
Servire caldi.

BUON APPETITO!

You Might Also Like...

40 Comments

  • Reply
    Ely
    18 gennaio 2013 at 23:31

    Sabi è bravissima.. e tu sei stata altrettanto brava a fare dei canederli così deliziosi! 🙂 Complimenti, Silvietta. 🙂 E che i tuoi buoni propositi siano realtà!! p.s. spero di riuscire a partecipare anche io al contest della cara Elle.. ultimamente non ho tempo neanche per le cose che dovrei fare per forza :(( Un bacione!

  • Reply
    sabina
    19 gennaio 2013 at 7:59

    ciao carissima, che sorpresa, grazie per avermi citata.
    Sono contenta ti siano piaciuti e per essere la prima volta ti sono venuti anche molto bene.
    Io ho dovuto rifarli più volte prima che venissero esattamente come mi aspettavo.
    un bacione e buon week end

    • Reply
      Silvia- Perle ai Porchy
      19 gennaio 2013 at 21:12

      Veramente hanno un po’ ceduto!
      Credevo restassero più solidi!
      Forse con più farina e uovo??
      Devo provare!!
      Grazie a te per la ricetta!!
      Baciiii

  • Reply
    m4ry
    19 gennaio 2013 at 8:34

    L’idea di Elle è bellissima..e spero di riuscire a parteciparvi..sta per iniziare un periodo abbastanza incasinato e particolare..e la tua ricetta è ricca e gustosa 🙂
    Un abbraccio !

  • Reply
    Claudia
    19 gennaio 2013 at 8:36

    ma che voglia di provarli anch’io, ci siamo lette nel pensiero, io ho appena acquistato gli ingredienti per domenica! allo speck, però questi la formaggio mi ispirano non poco!!! baci e buon we

    • Reply
      Silvia- Perle ai Porchy
      19 gennaio 2013 at 21:15

      Grandeeeeeee!!!
      Buoni con lo speck!
      Da Sabina trovi la ricetta anche di quelli mi pare!!
      Bacioniiiiiii

  • Reply
    Mariangela Circosta
    19 gennaio 2013 at 9:08

    Ciao Silvia e buon sabato,i tuoi canederli sono molto invitanti!!!!

  • Reply
    Angela di Finalmente in cucina
    19 gennaio 2013 at 9:18

    Ciao Silvietta, condivido pienamente, purtroppo troppo spesso perdiamo di vista i nostri propositi trascinate dalla quotidianità della vita, ma in quest’ anno anche io voglio abbracciare la filosofia orientale! I Canederli, non li ho mai assaggiati e questa ricetta di Sabina mi sembra davvero semplice e invitante e direi ottimi per una seratina fredda, fredda!Un abbraccio grande Angela

  • Reply
    Patrizia
    19 gennaio 2013 at 9:35

    evviva la rilassatezza orientale! evviva i canederli tirolesi!!! buon fine settimana

  • Reply
    Piovonopolpette
    19 gennaio 2013 at 11:13

    In Cina? Ma che bello! Anche io ho bisogno di freschezza e ottimismo, ci sto provando… speriamo solo di arrivare al 31 gennaio! Ottimi i canederli, mi sembrano così complicati, ma buonissimi sicuramente!

  • Reply
    Andrea
    19 gennaio 2013 at 11:37

    Io i canederli li ho conosciuti quando sono andato in Trentino, prima non sapevo neanche cosa fossero; però li ho mangiati in brodo. Questi devono essere particolari e molto utili per fare fuori gli avanzi. Ottima l’idea di assecondare gli eventi senza troppa ansia … tanto le cose, gradevoli o no, accadono lo stesso! Baci

  • Reply
    Dolcemeringa Ombretta
    19 gennaio 2013 at 11:40

    e’ un bel proposito , purtroppo la vita certe volte di porta ad avere delle paure ma siamo noi che dobbiamo superarle e ricomnciare a vedere tutto con ottimismo:)
    questi canederli dono una favola belli e saporiti!!!!
    unbacione

    • Reply
      Silvia- Perle ai Porchy
      19 gennaio 2013 at 21:18

      Giusto, dobbiamo convincerc nel vedere le cose dal punto giusto, non quello tutto nero….
      Grazie e tanti baci!!

  • Reply
    Alessia
    19 gennaio 2013 at 13:43

    Non li ho mai fatti i canederli, ma sono un’ottima ricetta per riciclare il pane avanzato in un piatto semplice ma saporito!!!
    Ci sentiamo presto, aspetto che mi racconti le tue disavventure con i lievitati!!!
    Un abbraccio grande e passa un buon fine settimana.

  • Reply
    Sara
    19 gennaio 2013 at 13:57

    Li adoro!!!!

  • Reply
    Roberta Morasco
    19 gennaio 2013 at 14:52

    Ottimo piatto..è davvero brava la nostra Sabina!
    E tu l’hai fatto benissimo!
    Ti auguro di tutto cuore di ottenere tutto quello che ti sei prefissata per questo anno allora!!!
    Baci, Roby

  • Reply
    lalexa
    19 gennaio 2013 at 17:56

    io amo i canederli,questi tuoi al formaggio sono speciali!..per avere il frigo semi vuoto hai creato una prelibatezza!brava Silvia!bacione a te

  • Reply
    La Cucina Imperfetta di Giuliana
    20 gennaio 2013 at 12:33

    Che buoni i canederli, non li ho mai fatti da me però, dovrò rimediare! Buona domenica!

  • Reply
    Eva
    20 gennaio 2013 at 19:29

    Un bel po’ che non li preparo… mi hai messo voglia! Ciao!

    Ubique Chic

  • Reply
    Roberta
    20 gennaio 2013 at 19:34

    Che bel punto di vista Silvia! Mi piace molto e lo condivido, anche se non sarà semplice 🙂
    Ottimi i canederli, li devo proprio fare una di queste sere!
    Un bacio grande!

  • Reply
    veronica
    20 gennaio 2013 at 20:42

    Un bellissimo proposito e i canederli sono deliziosi.Bravissima un bacione

  • Reply
    valeria fusco
    20 gennaio 2013 at 22:09

    Gli orientali ci insegnano sempre tanto.
    I tuoi canederli mi ricordano la settimana bianca che con la mia famiglia trascorrevamo in Val Badia. Erano una delle specialità di quei deliziosi ristoranti.
    Baci

  • Reply
    Elle
    21 gennaio 2013 at 14:02

    Che sorpresa veramente! Questo buon proposito dovrei farlo anche mio perché pure io vorrei tanto tornare ad avere la visione positiva post-studi del 2010 (ma siamo quasi coetanee?) e rilassarmi di più di fronte agli eventi, senza farmi inutili paranoie. Intanto mi studio la ricetta dei canenderli che neanche io ho mai assaggiato. Un bacio

Leave a Reply

Send this to a friend